Area Marina Protetta di Porto Cesareo

Il litorale tarantino orientale conserva un piccolo sistema di riserve naturali, tra cui la Palude del Conte e l’Area Marina protetta di Porto Cesareo.
La vegetazione che si trova è costituita da macchia mediterranea evoluta in lecceta (bosco a Quercus ilex), che cambia naturalmente avvicinandosi al fiume Chidro, il pi importante del Salento, che ha origine in un profondo cratere subacqueo. La fauna comprende numerosi uccelli, tartarughe di acqua marina e di palude e i delfini. L’Area Marina Protetta di Porto Cesareo, 16.500 ettari circa di superficie, istituita nel 1997, si trova nella parte nord occidentale del Salento. E’ suddivisa in tre zone a differente grado di tutela. La prima, “Zona di Riserva Integrale” (Zona A), è totalmente protetta per cui al suo interno è vietato qualsiasi tipo di attività. La “Zona di Riserva Parziale” (Zona B), prevede una tutela limitata: se si dispone di un’autorizzazione del soggetto gestore, è possibile praticare la pesca professionale, la balneazione e attività subacquee. La “Zona di Riserva Generale” (Zona C), svolge una funzione d’unione tra tutte le parti: al suo interno sono consentiti sia l’ancoraggio alle apposite boe sia la pesca sportiva, eccetto quella in apnea.

 

Contatti

Sede amministrativa: Via C. Albano, S.N. - 73010 Porto Cesareo(LE)

0833 560144

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione per fornirti una esperienza di navigazione personalizzata