Bussana Vecchia

This post is also available in: English (Inglese)

A poca distanza da Sanremo esiste un borgo di artisti imperdibile. Sorto sulle rovine di un paese medievale colpito da un violento terremoto nel 1887 e poi abbandonato per oltre sessanta anni, fino a quando, alla fine degli anni ’50, il ceramista torinese Mario Giani, in arte Clizia, trasferì qui la sua bottega, fonda la Colonia Internazionale degli Artisti, attirando pittori, scultori e scrittori dall’Italia e dall’Europa, incantati da quel posto sospeso nel tempo.

I nuovi abitanti iniziarono a recuperare le case più agibili e a ristrutturare gli edifici, rispettandone le caratteristiche storiche. Stilarono anche una Costituzione per regolare la vita del paese, che stabiliva, per esempio, che i ruderi non fossero di proprietà di nessuno e dunque chiunque avesse voluto stabilirsi nel villaggio, avrebbe potuto scegliere il proprio e ristrutturarlo, usando esclusivamente i materiali ancora presenti sul territorio.

Oggi, per quanto molto cambiata rispetto al passato, Bussana Vecchia rimane un luogo fatato, un vero e proprio laboratorio d’arte a cielo aperto, pieno di botteghe ed atelier nelle antiche case di pietra. Percorrendo le piccole strade e i vicoli s’incontrano murales, sculture, affreschi, la chiesa di Sant’Egidio che, mai ristrutturata, mostra ancora le tracce degli stucchi e delle pitture originari. E centinaia di gatti, essendo in Liguria….

This post is also available in: English (Inglese)

Contatti

18038 Bussana Vecchia()

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione per fornirti una esperienza di navigazione personalizzata