Warning: Creating default object from empty value in /web/htdocs/luoghi.italianbotanicalheritage.com/home/wp-content/themes/ibtviaggi/inc/setup.php on line 177

Castello di Bagnolo (Castello Malingri)

This post is also available in: English (Inglese)

Castello Malingri si trova a Bagnolo (CN), borgo di origini medievale, in origine situato sull’altura. Dal 1500, per ordine dei Savoia, il paese fu ricostruito a valle, nella posizione attuale, mentre il castello subì nel tempo importanti trasformazioni, diventando da strumento di difesaa dimora e residenza dei conti Malingri e come tale chiamato Palazzo Malingri.

Durante il Rinascimento il Palazzosi arricchì di splendidi affreschi sulla facciata meridionale, riportati alla luce nel 1994 da un bel restauro ad opera del prof. Antonio Rava. Sulla medesima facciata si trova, incorniciata da un’edicola gotica, una dolcissima Madonna con Bambino. attribuita al pittore Jacopino Longo allievo di Macrino d’Alba, 1530 circa.

Dal 2008, a causa della morte dell’ultimo contadino, la corte ha perso la valenza agricola, testimonianza dello stretto legame che nel sistema antico reggeva l’economia del feudo.

Attraverso una piccola porta si accede nel grande parco di impianto seicentesco: in stile formale, con disegno e geometrie verdi e fiorite, siepi di bosso, carpino e tasso, splendide gallerie di carpini, fu rielaborato agli inizi dell’800 secondo canoni romantici divenuti nel frattempo di moda
Il parco, chiuso da muri, si estende per circa due ettari ed è ricco di esemplari di alberi alti 40-50 metri, tra cui Pinus nigra, Cedrius deodara, Taxus baccata, metasequoie, faggi, querce, Libocedrus, Criptomeria japonica, boschetti di bambù e collezioni di arbusti acidofili da fiore, come rododendri, azalee, camelie, ortensie.
Al centro del prato verso valle, una vasca ellittica in pietra detta “fontana dell’uomo verde” ospita tritoni, piccoli pesci e ninfee. Vi si trovano cappelle antiche, fra cui la Cappella gentilizia di Ognissanti, le cosiddette “tampe dei cervi”, per l’allevamento dei cervi, e la torretta chiamata “casa del bau”, costruzione a pianta circolare.

Il parco fa parte del circuito Grandi Giardini Italiani ed è visitabile su appuntamento come pure gli interni del castello.

Il Castello di Bagnolo, come si chiama oggi, è anche azienda vitivinicola, produttrice di vini rosis di pregi: Malingro, prodotto con uve dolcetto in purezza, dal colore rosso rubino intenso, sentori di frutti rossi e fiori appassiti, robusta tannicità; Arbi, termine che piemontese indica il contenitore in legno di castagno con cui si trasportavano le uve, un merlot vinificato in purezza, colore rosso rubino con riflessi violacei, equilibrata speziatura che non copre i sentori naturali di frutta e fiori; Set, dal piemontese 7, un assemblaggio di sette vitigni ,molti dei quali rari e autoctoni in un vigneto di oltre settant’anni, a circa 400 metri di altitudine; di colore rosso violaceo è un vino semplice, con complessi sentori di piccoli frutti rossi.

Il castello si offre come luogo per matrimoni ed altre cerimonie e comprende l’agriturismo “Le Cascine di Bagnolo”.

Foto tratte dal sito ufficiale

This post is also available in: English (Inglese)

Contatti

Via Palazzo23 - Bagnolo Piemonte (CN)(CN)

+39 335 5244080 +39 347 0323486

https://www.castellodibagnolo.it

Altre info

su prenotazione

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione per fornirti una esperienza di navigazione personalizzata