I cerri di Lungi

Nel Parco dei Nebrodi, a oltre 1.000 metri di altidudine, si possono incontrare importanti cerrete, come quella di Bosco di Mangalaviti e di Serra del Re. In un’area che si estende tra gli 800 e i 1.400 metri di quota, crescono antighi alberi di cerro,  querce e frassini.

Il cerro (Quercus cerris), o quercia della Palestina, in particolare, è abbastanza comune in Europa centrale e nell’Italia settentrionale, ma è raro nelle zone meridionali come la Sicilia. Il suo habitat è limitato a quote più basse dalle leccete e a quelle più alte dalle faggete.

Sui monti Nebrodi, i cerri si trovano per esempio nel Bosco di Mangalaviti, nel territorio di Longi (ME), misti a faggi, tassi, aceri,  sulla Dorsale, nel tragitto da Serra Merio a Portella dell’Obolo, a Serra del Re e lungo il versante di Monte Pagano.

Tra i territori di Alcara Li Fusi, Randazzo, Caronia, Longi e Capizzi si trovano una decina di cerri monumentali, di età variabile tra 200 e i 300 anni, in stato di conservazione abbastanza buono. Sono stati mappati dal parco grazie al progetto “Grandi alberi dei Nebrodi”.

Contatti

Case Mangalaviti - Longi(ME)

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione per fornirti una esperienza di navigazione personalizzata