Warning: Creating default object from empty value in /web/htdocs/luoghi.italianbotanicalheritage.com/home/wp-content/themes/ibtviaggi/inc/setup.php on line 177

Cerro di Tolve

This post is also available in: English (Inglese)

Quercus cerris L.

L’albero misura 30 metri in altezza e la circonferenza è di circa 3,50 metri.

 

Scheda botanica del cerro:

In Italia si trova sporadico in Pianura Padana dove è stato introdotto dall’uomo, cresce invece spontaneo in Friuli dove forma querceti collinari e rovereti, sul Carso con rovere e roverella. Il cerro è inoltre diffuso abbondantemente nella Maremma Toscana e nel sud Italia, raro in Sicilia e assente in Sardegna.

La specie è mesofila, xerofila più di farnia e rovere.

Il limite del cerro è stabilito a basse quote dalla presenza di leccete xerofile, ad alte quote dalla presenza di faggete fresche-

Il cerro cresce dalla pianura, bassa collina fino agli 800 m di quota nella zona avanalpica e nord-appennina e fino ai 1000-1200 m nell’Appennino meridionale e in Sicilia.

Predilige terreni di origine vulcanica a reazione subacida o decalcificati ma che contengono basi, profondi e freschi.

Si adegua anche a terreni argilloso-compatti e calcarei.

La specie è eliofila, da giovane cresce bene e velocemente se ombreggiata per massimo il 50 %.

Il suo legno è duro e pesante, non è in grado di resistere alle intemperie e all’acqua come le altre querce e tende a spaccarsi, per questo motivo è utilizzato principalmente come legna da ardere e produce un ottimo carbone, non contenendo tannino che rallenta la combustione.

This post is also available in: English (Inglese)

Contatti

Tolve(PZ)

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione per fornirti una esperienza di navigazione personalizzata