Warning: Creating default object from empty value in /web/htdocs/luoghi.italianbotanicalheritage.com/home/wp-content/themes/ibtviaggi/inc/setup.php on line 177

Complesso Forestale di Monte Arci

Il Complesso forestale “Monte Arci”, ubicato sull’omonimo massiccio vulcanico, si sviluppa per una superficie complessiva di 5.985 ettari situati su tutti i versanti del Monte Arci; è formato in tre Unità Gestionale di Base di proprietà di otto Comuni e da due aree di proprietà regionale.

Il Complesso forestale Monte Arci è caratterizzato dalla diversificazione delle specie floro e avi-faunistiche e dai diversi habitat riconosciuti di importanza della Unione Europea per la sosta e la riproduzione delle specie ornitiche migratrici tutelate dalla DIR CE 409/79 e dalla Convenzione di Berna (All. 2 e 3) nonché dalla recente legge regionale che istituisce il Parco del Monte Arci.

Considerata la situazione geo-pedologica e vegetazionale presente nel complesso, la vocazione naturale è quella multifunzionale: naturalistico-paesaggistica, conservativa, produttiva e di valorizzazione sociale e turistica; in particolare del miglioramento delle formazioni vegetali delle leccete e delle sugherete anche per favorire l’aumento degli attuali stock di carbonio fissato.

La grande vastità del territorio, unitamente a una riscontrabile diversificazione ambientale e climatica riferita alla morfologia, all’altitudine e all’esposizione dei vari versanti, fanno si che il paesaggio si presenti abbastanza variegato e diversificato pur in presenza di un elemento uniformante: la lecceta. É questa la tipologia vegetazionale predominante e caratterizzante in maniera netta il Monte Arci, nei suoi diversi stadi evolutivi passando dalla consociazione con le specie della macchia, fino alla macchia evoluta e ai boschi cedui e di alto fusto, spesso in in formazione pura o in consociazione con altre essenze quali roverella, (“Is arrobis a Pau”), o spesso con la sughera (Serra ‘e Ortigu, Monimenta, Corongiu Onnari e a Su Laccu ‘e S’Acqua a Morgongiori, “Su landiri drucci, su pittixi” a Usellus, Roia menta a Villaverde e “Sennixeddu e Sa paba senti” a Pau).
Delle oltre 2000 specie della flora sarda, ben oltre 500 si trovano sulle pendici del Monte Arci, a partire delle essenze della macchia mediterranea, quali corbezzolo, fillirea, erica arborea, straccia braghe, biancospino, caprifoglio, olivastro, mirto, vari cisti, lentisco, euforbia arborea, asfodelo, perastro, agrifoglio, le tante orchidee etc., tutte le specie costituiscono la flora di un territorio ma queste non si trovano dislocate a caso nel territorio, ma si trovano riunite per affinità eco climatiche in comunità più o meno stabili che prendono il nome di “vegetazione” che vanno a costituire i vari paesaggi vegetali.

fonte testo e foto, http://www.sardegnaambiente.it/j/v/1189?v=2&c=7251&s=111448

Contatti

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione per fornirti una esperienza di navigazione personalizzata