Warning: Creating default object from empty value in /web/htdocs/luoghi.italianbotanicalheritage.com/home/wp-content/themes/ibtviaggi/inc/setup.php on line 177

Fattoria di Celle – Collezione Gori

This post is also available in: English (Inglese)

Fattoria Celle è un’antica villa quattrocentesca in provincia di Pistoia, e un moderno museo all’aria aperta.
Intorno alla metà del Novecento la villa diviene proprietà del collezionista e imprenditore pratese Giuliano Gori, il quale decide di ripensare il parco ottocentesco e gli appezzamenti della fattoria invitando artisti internazionali a realizzare opere d’arte ambientali create specificamente per gli spazi a disposizione. Il risultato è una collezione di opere di autori contemporanei, in materiali durevoli e inamovibili, che non prevaricano sulla natura, ma anzi ne subiscono l’influenza e i riferimenti culturali.
Attraversato il cancello neoclassico posto all’ingresso della villa, si accede al giardino disegnato a partire dal 1844 dall’architetto pistoiese Giovanni Gambino, secondo il gusto romantico imperante allora nei giardini europei. Il parco, oltre essere una riserva naturale con numerose specie arboree, è ricco di architetture ed episodi naturalistici di gusti tipicamente romantico, come il padiglione neogotico adibito a palazzina per il tè, la voliera romantica in metallo, il monumento funebre di gusto neo-egizio, una piramide ad uso di ghiacciaia e numerosi giochi d’acqua. L’area della fattoria, tutt’oggi funzionante e produttiva, è invece caratterizzata da un paesaggio rurale tipicamente toscano, con terreni terrazzati coltivati a vite ed ulivo, appezzamenti a grano ed erbosi. In questi spazi sono oggi ospitate 34 opere all’aperto. Tra gli artisti: Alberto Burri, con Grande ferro celle, che annuncia le installazioni contemporanee del parco; Richard Long, con Cerchio di erba; Fausto Melotti, con Tema e variazioni II, una serie di elementi in acciaio che come dei telai fluttuano sull’acqua di un lago di fronte la villa producendo leggere sonorità; Robert Morris, Labirinto, un gioco ottico e illusionistico; Richard Serra, Open field Vertical Elevations, otto blocchi di pietra serena, un lavoro che rimanda alle antiche opere delle civiltà megalitiche.

This post is also available in: English (Inglese)

Contatti

Via Montalese 7 - Pistoia(PT)

0573 22607

http://www.goricoll.it/index.php?chlang=it

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione per fornirti una esperienza di navigazione personalizzata