Warning: Creating default object from empty value in /web/htdocs/luoghi.italianbotanicalheritage.com/home/wp-content/themes/ibtviaggi/inc/setup.php on line 177

La Foresta di Mercadante e l’antica roverella

This post is also available in: English (Inglese)

La Foresta Mercadante si trova in provincia di Bari, nella Murgia. Presenta infatti la tipica morfologia delle aree collinari murgiane, con una rapida scarpata che si eleva su una vasta area pianeggiante.

Il nome “Mercadante” deriva dal nome della prima tenuta che fu espropriata per poter effettuare i lavori, la prima ad essere ceduta all’Amministrazione Forestale di cui ne prese anche il nome. Il territorio occupato dalla Foresta presenta la tipica morfologia delle aree collinari murgiane, con una ripida scarpata che si eleva su una vasta area pianeggiante. Questa tipologia di suolo, spoglio e povero, non poteva offrire alcuna resistenza all’acqua che fluiva sulla superficie senza ostacoli fino al fondovalle.

Con la sua superficie di 1300 ha totali si estende per 872 ettari sul territorio di Cassano delle Murgie e per la parte restante nel territorio di Altamura, fa parte del Parco dell’Alta Murgia ed è considerata il polmone verde di Bari.

Questa foresta Mercadante è stata voluta e creata dall’uomo: è una foresta artificiale sorta per cercare di riparare la città di Bari dalle molteplici alluvioni che nei primi anni del Novecento si sono verificate in questa zona (in particolare tre alluvioni 1905, 1915, novembre 1926) a causa della deforestazione del territorio eseguita nell’Ottocento visto l’aumento demografico dell’area.

L’ultima alluvione fu così importante che spazzò via tutti i muri di contenimento allestiti in precedenza, rendendo necessario un intervento più consistente per contenere l’avanzare dell’acqua in caso di forti piogge.

All’interno della Foresta Mercadante dominano le conifere quali il pino d’aleppo (Pinus halepensis), i cipressi (Cupressus sempervirens e Cupressus arizonica), accompagnate talvolta da zone a latifoglie quali la roverella (Quercus pubescens), il leccio (Quercus ilex), il fragno (Quercus trojana) e, allo stato arbustivo, la quercia spinosa (Quercus coccifera); più di recente sono stati messi a dimora olmi, robinie, frassini, ornielli, bagalari, eucalipti, ecc.. Le piante più vecchie hanno da 40 a 60 anni, purtroppo le prime piantate andarono distrutte dai numerosi incendi che furono classificati “spontanei” o “accidentali”.

Uno dei pochi alberi sopravvissuti agli incendi è la “Roverella della Foresta Mercadante”, situata nella parte di Foresta verso Altamura, che con i suoi 500 anni di età occupa un posto importante tra gli “Alberi Monumentali” della Puglia. Il suo tronco si è sviluppato orizzontalmente sul terreno e, all’altezza del primo ramo, presenta una grande cavità diventata casa per tanti animali che qui hanno trovato rifugio.

La componente faunistica tipica di questa zona presenta un gran numero di specie appartenenti a uccelli, insetti, rettili e mammiferi. La mancanza di zone umide impedisce lo sviluppo degli anfibi acquatici.

La maggior parte dei rapaci sono specie particolarmente protette, tra questi si possono trovare nella zona i rapaci notturni quali civetta, gufo comune, gufo reale, allocco, barbagianni. Tra i falconidi, dalle ali a punta sono presenti il grillaio ed il gheppio e tra i falconiformi la poiana che è un falco improprio.

This post is also available in: English (Inglese)

Contatti

Strada Comunale Mercadante - SP 18 - 70020 Cassano delle Murge (BA)(BA)

0803 466015

http://www.parcoaltamurgia.it

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione per fornirti una esperienza di navigazione personalizzata