Warning: Creating default object from empty value in /web/htdocs/luoghi.italianbotanicalheritage.com/home/wp-content/themes/ibtviaggi/inc/setup.php on line 177

Laghestel di Pinè

This post is also available in: English (Inglese)

Il Laghestel di Pinè è definito “conca torboso-palustre” perchè è un lago quasi completamente intorbato e trasformato in palude, in cui persiste uno specchio d’acqua di ridotte dimensioni: la cui superficie varia in base alle stagioni va da 4000 mq a 2000 mq con una profondità massima di circa 2,5 m.
Attorniato da un canneto, fa parte di una riserva naturalistica creata dal Comune di Baselga di Pinè. L’area, di circa una ventina di ettari, venne definita già nel 1974 “zona di difesa naturalistica e paesaggistica”.

Considerato un biotopo, tutelato dalla L.P. 14/86, il Laghestel è caratterizzato dalla presenza sia della vegetazione tipica del territorio pinetano che da flora molto particolare nonché rara. Vi si possono trovare ben 129 specie e 9 associazioni vegetali igrofile di notevole pregio (canneto, vari tipi di cariceti, prati umidi e boschi igrofili).

FLORA E FAUNA

Le specie igrofile del Laghestel includono piante dei generi: Typha, Carex, Equisetum, Molinia, Scirpus, Juncus e piante carnivore tipiche delle torbiere come le Drosera spp. e le Utricularia spp.

Anche la fauna risulta essere molteplice: in particolar modo quella legata all’ambiente acquatico (basti considerare che in questo luogo si riproducono ben 7 specie di anfibi).
Nel canneto nidificano svariati uccelli, mentre i boschi circostanti sono abitati da volpi, scoiattoli, caprioli. Anche i predatori come il nibbio bruno trovano un habitat favorevole in questa zona.

Durante il periodo estivo in passato si poteva osservare un fenomeno particolare di arrossamento delle acque del laghetto per effetto dell’alga Eglena sanguinea, ma attualmente tale manifestazione è pressochè scomparsa.

SI CONSIGLIA

Si consiglia una visita al sentiero soprattutto nei mesi che vanno dalla primavera all’autunno, quando i colori tipici della stagione primaverile ed autunnale consentono di godere appieno del luogo. L’ingresso è posto in località Ferrari, lungo la provinciale che da Baselga di Piné porta a Montagnaga. Lungo il percorso si possono, inoltre, incontrare 12 punti di interesse, con a fianco una tabella illustrativa.

This post is also available in: English (Inglese)

Contatti

Trento(TN)

0461 557028

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione per fornirti una esperienza di navigazione personalizzata