Museo Italiano della Profumeria

This post is also available in: English (Inglese)

Il Museo Italiano della Profumeria è unico nel suo genere. Inaugurato nel 1990, si trova nella Palazzina Borsari, costruita negli anni ’30 come sede degli uffici del retrostante stabilimento della Borsari e ripercorre la storia dell’azienda, fondata ne 1870, ma al tempo stesso rappresenta un interessante capitolo di storia del costume, della grafica e della pubblicità fino alla prima metà del Novecento. 

Fin dalla fine dell’Ottocento, quando la Borsari avviò la produzione a livello industriale dei profumi ha prestato una particolare attenzione all’immagine dei preparati. Fiore all’occhiello della sua produzione la celebre la “Violetta di Parma”, fragranza ispirata al profumo realizzata dai frati alchimisti dell’Annunziata per Maria Luigia d’Austria, duchessa di Parma, seconda moglie di Napoleone, che molto aveva fatto per promuovere la coltivazione della violetta e la produzione dell’ariete profumiera nel suo piccolo regno. Di proprietà della duchessa sono anche molte delle ampolle create appositamente dai vetrai.
L’esposizione è dunque formata da due sezioni: la prima storica, dedicata appunto alla Violetta di Parma, la seconda grafica relativa all’evoluzione dello stile dei profumi Borsari. Le collezioni comprendono gli strumenti di lavoro, le attrezzature per la distillazione delle essenze e i materiali concernenti i preparati e lo studio della loro immagine; flaconi di forme diverse, la cui produzione era favorita dalla qualificata lavorazione locale del vetro, le etichette, i manifesti e i calendarietti profumati, distribuiti presso i parrucchieri o attraverso le pagine dei rotocalchi di moda, testimonianza della grafica accurata e dell’attenzione per il messaggio pubblicitario.
La collezione restituisce nel suo complesso un interessante capitolo di storia del costume, della grafica e della pubblicità fino alla prima metà del Novecento.

This post is also available in: English (Inglese)

Contatti

Via Trento, 30/A - Parma()

0521 771011

Altre info

Ingresso gratuito

Dal lunedì al venerdì.

9.00-13.00 e 14.30-17.30; sabato e domenica solo gruppi su prenotazione.

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione per fornirti una esperienza di navigazione personalizzata