Oasi Le Bine

This post is also available in: English (Inglese)

L’Oasi WWF Le Bine interessa un’area di 96 ettari. Nasce dall’isolamento di un meandro del fiume Oglio in seguito al cambiamento del corso del fiume. Il nome prende spunto dalla caratteristica cascina che in lombardo viene chiamata “bina” cioè “riparo, palafitta e chiusa”.
Nell’area si distribuiscono ampi territori produttivi a coltivi o ad arboreti. La parte più importante è quella palustre che si estende a forma di ferro di cavallo ed è costituita da un vasto canneto molto frequentato dagli uccelli acquatici. Numerose e importanti le specie di rettili e anfibi, in particolare va ricordata la presenza della rana di Lataste, specie esclusiva della Pianura Padana e di pochi altri luoghi, simbolo della riserva. I mammiferi si caratterizzano per il piccolo mustiolo e il tasso.
Le acque della riserva sono caratterizzate dalla ninfea bianca e gialla (Nymphaea alba e Nuphar lutea), la cannuccia di palude (Phragmites australis); il bosco invece presenta esemplari di salice bianco (Salix alba), ontano nero (Alnus glutinosa), pioppo nero e bianco (Populus nigra e Populus alba), la frangola (Rhamnus frangula), la fusaggine (Euonymus europaeus) e il falso indaco (Amorpha fruticosa).

This post is also available in: English (Inglese)

Contatti

Strada Bine 1424 - 46011 Acquanegra sul Chiese()

348 3850901

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione per fornirti una esperienza di navigazione personalizzata