Oasi WWF di Prato-Stagno Sassoguidano e Riserva Regionale di Sassoguidano.

L’Oasi WWF di Prato-Stagno Sassoguidano si trova all’interno della Riserva Regionale di Sassoguidano, nel Comune di Pavullo nel Frignano (Mo), nella valle del Panaro e all’interno di un Sito d’Importanza Comunitaria (SIC IT4040004); e anche una Zona di Protezione Speciale (ZPS IT4040004).

La Riserva Naturale di Sassoguidano occupa invece una superficie di 272 ettari. Èi caratterizzata da una notevole varietà di ambienti e il buon grado di naturalità, grazie a una buona copertura forestale, coltivi e prati, al torrente Lerna e a una piccola zona umida, ma di grande interesse naturalistico: lo stagno di Sassomassiccio.
Ampie superfici boscate ricoprono la riserva, querceti misti per la produzione di legname e vecchi castagneti da frutto che hanno a lungo rappresentato un’importante fonte alimentare per le popolazioni locali.
Fra i boschi, vi si trova un querceto a roverella (Quercus pubescens) in cui compaiono altre specie tipiche dei boschi xerofili come orniello (Fraxinus ornus), acero minore (Acer monspessulanum), carpino nero (Ostrya carpinifolia) e cerro (Quercus cerris), acero campestre (Acer campestre), acero alpino (Acer opalus) e pioppo tremulo (Populus tremula); tra gli arbusti ci sono il citiso (Cytisus scoparius), coronilla (Coronilla emerus), ginestra odorosa (Spartium junceum), rose selvatiche (Rosa spp.), macchie di pungitopo (Ruscus aculeatus), maggiociondolo (Laburnum anagyroides), nocciolo (Corylus avellana), corniolo (Cornus mas), berretta da prete (Euonymus europaeus) e madreselva pelosa (Lonicera xylosteum).
All’inizio della primavera questo sottobosco si colora dei fiori di primule (Primula spp.), viole (Viola spp.), erba trinità (Hepatica nobilis) , che affiancano il verde intenso di ellebori (Helleborus spp.) e erba laureola (Daphne laureola).
Compaiono anche le fioriture di varie orchidee, come Listera ovata, Caphalanthera damasonium, Platanthera chlorantha, Epipactis helleborine e Orchis purpurea.

Nei boschi della riserva è diffuso anche il castagno (Castanea sativa), che compare spesso con giovani esemplari ma si ritrova soprattutto in castagneti da frutto con maestosi esemplari.

Nel sottobosco dei castagneti si incontrano anche varie specie erbacee, tra cui spiccano geranio nodoso (Geranium nodosum) e cicerchia primaticcia (Lathyrus vernus).

L’Oasi di Prato-Stagno Sassoguidano ricopre una piccola supericie (0,3 ettari), ma è di grande importanza naturalistica, poichè protegge  un prato pascolo collocato all’interno di una zona boscata e di gran parte di uno stagno, eccezionalmente ben conservato. Vi fiorisce infatti uan ricca stazione della rara Hottonia palustris, sensibile a fenomeni di eutrofia, mentre introrno crescono il ranuncolo acquatico, la tifa, il potamogeto, diverse specie di felci ed orchidee.

Ricca lanche a presenze di anfibi, tra cui il tritone comune, il tritone crestato, il tritone apuano, il rospo comune, la rana verde, la rana dalmatina e la raganella.

Numerose le attività organizzate dal WWWF Modena rivolte alle scuole.

 

Contatti

Pavullo nel Frignano(MO)

+39 02 831 331 +39 02 831 33202

http://www.wwf.it/oasi/emilia_romagna/prato_stagno_di_sassoguidiano/visita_l_oasi/

Altre info

Variabile e stabilito di settimana in settimana - in caso di condizioni meteo sfavorevoli la struttura rimarrà chiusa.

contattare l'Oasi

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione per fornirti una esperienza di navigazione personalizzata