Oasi WWF Macchiagrande

This post is also available in: English (Inglese)

L’Oasi WWF Macchiagrande si trova all’interno di un Sito d’Importanza Comunitaria (SIC IT6030023), nel Comune di Fiumicino (Roma).
Estesa per 280 ettari, costituisce il cuore della Riserva naturale statale Litorale Romano, tra i luoghi più significativi per la tutela e la conservazione della fascia costiera tirrenica.

La zona dell’Oasi è strettamente legata all’ opera di bonifica del territorio di Maccarese (circa 9000 ettari della zona a nord del delta del Tevere), avviata fin dal 1878.
L’area di Macchiagrande fin dal dopoguerra è parte della Azienda Agricola di Maccarese, che ha garantito negli anni la conservazione di questo ambiente naturale, affidando la gestione naturalistica al WWF fin dal 1986.

Oggi l’Oasi di Macchiagrande comprende diversi ambienti interessanti, tra cui la macchia mediterranea retrodunale, prati e pinete, canali, e, a ridosso dello stagno di Focene, residuo dell’antico stagno di Maccares, un bosco mediterraneo igrofilo, tra i più belli e meglio conservati del litorale laziale.

La flora comprende quindi piante pioniere delle dune, quali soldanella (Soldanella alpina), eringio marittimo (Eringium maritimum), piantaggine marina (Plantago maritima), giglio di mare (Pancratium maritimum). Sulla sommità della duna e nella zona retrodunale vi sono il ginepro coccolone (Juniperus oxycedrus), ginepro fenicio (Juniperus phoenicea), rosmarino (Rosmarinus officinalis), lentisco (Pistacia lentiscus), mirto (Myrtus communis), alloro (Laurus nobilis). Il bosco è composto da leccio (Quercus ilex), farnia (Quercus robur) e, nelle zone più umide troviamo l’ontano (Alnus spp.) e varie specie di pioppi (Populus spp.). Sono presenti varie specie di orchidee spontanee.

La fauna è ricca e l’avifauna acquatica comprende il germano reale, l’alzavola, il cormorano, l’airone cenerino, la garzetta, il tarabusino e l’airone rosso. Fra i rapaci il falco di palude, il gheppio, il falco pescatore e la poiana. Tra i mammiferi sono presenti l’istrice, il coniglio selvatico, la volpe, la faina e il topolino delle risaie. Nella macchia si incontrano numerosi individui di testuggine comune, simbolo dell’Oasi.

All’interno dell’Oasi vi sono delle strutture per l’accoglienza dei visitatori. Il Piccolo Centro visite, tre percorsi-natura, il percorso sensoriale per anziani e bambini con punti di sosta, lo stagno didattico, i capanni di osservazione, l’area faunistica del daino, l’apiario (alveare didattico), il vivaio e la stazione di inanellamento. Bacheche e pannelli didattici permettono di approfondire la conoscenza sulle piante e sugli animali presenti.

Da visitare nei pressi, il Bosco di Macchia Grande, sempre a Manzana.

This post is also available in: English (Inglese)

Contatti

Fregene sud, all'angolo tra via di Castellammare e via della Veneziana. - Fiumicino()

06 6685487

http://www.wwf.it/oasi/lazio/macchiagrande/

Altre info

'Oasi è aperta da febbraio a novembre (chiusa nei mesi di gennaio e dicembre). Nel caso in cui i giorni di apertura coincidano con festività nazionali, contattare prima il Centro Visite. Per gruppi e scolaresche, l’oasi è visitabile tutti i giorni dell'anno, su prenotazione. La prenotazione deve essere fatta entro il venerdì precedente la visita.

Da settembre a maggio: sabato e domenica dalle ore 10.00 alle ore 17.00. Visite guidate: tutte le domeniche due partenze alle ore 10.30 e alle ore 14.30, senza necessità di prenotazione. Giugno e luglio: sabato e domenica dalle ore 17.00 alle ore 20.00. Visite guidate: tutte le domeniche alle ore 17.30 senza necessità di prenotazione.

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione per fornirti una esperienza di navigazione personalizzata