Warning: Creating default object from empty value in /web/htdocs/luoghi.italianbotanicalheritage.com/home/wp-content/themes/ibtviaggi/inc/setup.php on line 177

Palude Brabbia

This post is also available in: English (Inglese)

Tra il Lago di Varese e il lago di Comabbio si sviluppa la Riserva palude Brabbia (SIC), il cui territorio è compreso tra cinque comuni, Casale Litta, Cazzago Brabbia, Inarzo, Ternate e Varano Borghi. La Palude è un esempio di torbiera bassa pedemontana di origine post-glaciale. Si è formata a causa del ritiro del ghiacciaio di Verbano il quale lasciò un ampio bacino che univa gli attuali laghi di Varese, Comabbio e la Palude Brabbia. In seguito, le acque si abbassarono, a causa dell’inserimento di un canale di scarico sul lago di Varese, e così nacque la palude. Nel 1981 viene inserita nel primo elenco di biotopi e geotopi della Regione Lombardia. Due anni dopo viene dichiarata riserva naturale regionale e, nel 1984, le viene attribuito il titolo di Zona Umida di Importanza internazionale. Il punto di partenza del percorso si trova ad Inarzo che è anche sede del centro visite ed è munito di un ampio parcheggio. Una volta lasciato l’ingresso è possibile visitare gli stagni didattici, interessanti punti di osservazione per flora e fauna. Quindi si incontrano tre strutture per il birdwatching e capanni di osservazione. Il percorso si conclude nell’aula didattica dove vengono svolti corsi e lezioni per scolaresche. E’ possibile arrivare alla palude attraverso una pista ciclopedonale che passa sul confine occidentale della riserva; è collegata con il lago di Varese oppure si può raggiungerla dal parcheggio della sede Whirpool a Cassinetta di Biandronno. Lungo il percorso si incontra la stazione di inanellamento scientifico dell’avifauna che resta aperta solo in alcuni periodi dell’anno. Infine si può accedere, solo se accompagnati dalla guida, ad una torretta di osservazione e ad un capanno galleggiante.

FAUNA E FLORA
I visitatori possono, inoltre, fare un giro in barca sul lago di Varese durante il quale ammirare gli uccelli acquatici che vivono in palude come lo svasso maggiore, il tufetto, la folaga, la gallinella d’acqua, l’airone cenerino, l’airone rosso, la nitticora e tanti altri. Questo luogo è sicuramente idoneo per gli ornitologi e tutti coloro i quali adorano fare avvistamenti di particolari specie di uccelli (140 specie nell’area protetta). Dal punto di vista vegetazionale la palude è caratterizzata dalla successione ecologica dall’ambiente d’acqua con specie quali Phragmites australis , Carex elata e Nuphar luteum a quello del bosco caratterizzato da specie come l’ontano (Alnus glutinosa) e la fusaggine (Euonymus europaeus).

NEI DINTORNI
Da visitare nelle vicinanze, l’Oasi Boza.

ATTENZIONE: è consigliabile indossare stivali in caso di pioggia in inverno e, in estate, munirsi di un prodotto che allontana le zanzare

This post is also available in: English (Inglese)

Contatti

Via Patrioti 22 - Inarzo(VA)

0332 964028

http://www.lipu.varese.it/brabbia/

Altre info

Gratuito. Prenotazione obbligatoria per scolaresche/gruppi. Visita in barca sul Lago di Varese prevede quote semestrali pari a 10.00, 8.00 e 20.00 euro rispettivamente per adulto, bambino e famiglia. Le quote annuali sono invece di 25.00, 18.00 e 40.00 euro rispettivamente per adulto, bambino e famiglia. Gratuito per soci LIPU. Prenotazione obbligatoria.

Da lunedì a venerdì. Da settembre a novembre e da marzo a giugno aperto la domenica. L’accesso non è libero per tutta la riserva.

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione per fornirti una esperienza di navigazione personalizzata