Parco di Villa Aria

Villa Aria si trova a Marzabotto, in provincia di Bologna; il suo parco, di 10 ettari, è l’unico in Emilia Romagna che vanta la presenza di rovine etrusche.
Costruita nel Seicento dalla famiglia Barbazzi, in un’area anticamente occupata dalla città etrusca di Misa, Villa Aria nel Settecento divenne il centro di un piccolo borgo proto-industriale, cuore di un vasto possedimento fondiario. Nel 1831, l’allora proprietario, il conte Aria, iniziò i primi scavi archeologici di ritrovamenti etruschi.
Il romantico parco all’inglese è caratterizzato da dolci ondulazioni del terreno, lago artificiale con isolotto panomarimo, grotte e gruppi informali di piante. Un percorso sinuoso tra lecci (Quercus ilex), cipressi (Cupressus spp.), carpini (Carpinus spp.) e tigli (Tilia spp.) conduce all’Acropoli etrusca, situata a sud, dove gli architetti paesaggisti ingaggiati dagli Aria, già nel 1861, seppero ricreare un idoneo scenario mediterraneo. A nord-ovest, adagiata sulle sponde del lago e abitualmente chiusa al pubblico, si trova la necropoli, nella quale sono stati rinvenuti suppellettili, gioielli e bronzi di squisita fattura.
Nel parco nidifica una colonia di aironi cinerini.
La Villa non è aperta al pubblico, ma si possono visitare le Cantine dove viene prodotto il vino DOC con vendita diretta.

Contatti

Strada Statale, 64 Porretana - Marzabotto(BO)

051 932309

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione per fornirti una esperienza di navigazione personalizzata