Warning: Creating default object from empty value in /web/htdocs/luoghi.italianbotanicalheritage.com/home/wp-content/themes/ibtviaggi/inc/setup.php on line 177

Parco Nazionale dell’Aspromonte

This post is also available in: English (Inglese)

Il Parco Nazionale dell’Aspromonte, il cui nome deriva dall’omonimo massiccio, si trova in provincia di Reggio Calabria, in un’area naturale protetta.
Fu creato nel 1989 e nel 1994 ne venne definito il territorio, la cui estensione originaria di 76000 ettari vennesuccessivamente ridotta agli attuali 64.153.
Il Massiccio dell’Aspromonte, che fa parte del complesso delle Alpi Calabresi, è composto in prevalenza da rocce ignee (graniti) e metamorfiche (gneiss e scisti). Alcune vette sfiorano i 2000 metri: la più alta è quella del Montalto con 1955 m. Lo scenario che si ammira dall’alto è strepitoso: l’Etna e le isole Eolie creano un connubio perfetto. Suggestivi panorami vengono offerti anche dal lago Rumia e dal lago Costantino, situati rispettivamente nelle vicinanze di Gambarie e nella valle di Bonamico.
Le caratteristiche morfologiche del Parco, caratterizzato da una bassa latitudine, una variazione di altitudine e la vicinanza al mare, danno vita ad una grande eterogeneità botanica, ma anche faunistica, comprensiva anche di specie rare.

La flora. Sul versante ionico prevalgono querce caducifoglie, quali roverella (Quercus pubescens), rovere (Quercus petraea) e farnetto (Quercus frainetto), mentre su quello tirrenico sono frequenti soprattutto i castagni (Castanea sativa).
Lungo la fascia costiera si incontra la macchia mediterranea xerofila (Pistacia lentiscus, Myrtus communis, Erica arborea, Arbutus unedo, Euphorbia dendroides, ecc.), mentre gli agrumi e l’olivo popolano prevalentemente le zone coltivate.
Nelle zone dell’interno e ad alta quota prende il posto la vegetazione boschiva, per
un’estensione di circa 40.000 ha: alle quote basse prevale il leccio (Quercus ilex), dai 600 agli 800 metri le caducifoglie e le conifere, per lasciare il posto, fra gli 800 e i 1700 metri, al pino nero calabro o pino laricio (Pinus nigra subsp. laricio). Oltre i 1200 metri si trovano l’abete bianco (Abies alba) e il faggio ( Fagus sylvatica).

This post is also available in: English (Inglese)

Contatti

Via Aurora, 1 - Santo Stefano in Aspromonte(RC)

0965 743060

http://www.parcoaspromonte.gov.it

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione per fornirti una esperienza di navigazione personalizzata