Parco Regionale del Matese

Il Parco Nazionale del Matese si articola attorno al massiccio del Matese, posto a cavallo tra Campania e Molise delle quali coinvolge 4 province (Caserta, Benevento, Isernia e Campobasso). Il parco congiunge territori tra loro molto diversi, quello calcareo, aspro e splendente, composto da creste e profonde valli, e quello argilloso, dalle forme morbide e sinuose del versante adriatico. Clima continentale ad alta quota e mediterraneo a valle favoriscono l’alto grado di biodiversità del territorio. Peculiarità del parco sono i laghi: il Matese a 1000 metri, il più alto d’Italia, il Gallo e il Letino che vengono usati perlopi per l’energia elettrica. Le grotte di Lete riservano ai visitatori grandi sorprese: le cascate della galleria superiore e le stalattiti e stalagmiti e le farfalle dagli occhi fosforescenti all’interno delle cavità. 

Il Matese è emerso dal mare, un mare nefritico e caldo, più di cento milioni di anni fa. Il lungo predominio marino è testimoniato dalla presenza di ricchissimi giacimenti di fossili. Tra le emergenze naturalistiche si annovera anche il sito geo-paleontologico di Pietraroja (provincia di Benevento) in cui si sono conservate tracce di vita di circa 110 milioni di anni fa, con un patrimonio unico nel suo genere di reperti fossili di vertebrati quali pesci, anfibi, rettili, crostacei ed un esemplare giovane di dinosauro carnivoro appartenente alla prima linea evolutiva dei più specializzati Velociraptor e Tyrannosaurus.
Il Massiccio del Matese è quindi una delle principali aree naturalistiche italiane e un corridoio ecologico di fondamentale importanza per la conservazione di specie prioritarie presenti sulla dorsale appenninica, come l’orso, il lupo e il camoscio appenninico. Individuato come area prioritaria per la conservazione della biodiversità da parte del Ministero dell’Ambiente, è  anche un’area di grande valore storico, culturale e sociale.
Il Parco del Matese è il paradiso degli escursionisti e degli sportivi: mountainbike, trekking, sci d’erba e alpino, deltaplano, ma anche passeggiate a cavallo e escursioni speleologiche. Interessanti cittadine e borghi storici circondano il parco: San Lorenzello, Cusano Mutri, Cerreto Sannita e tanti altri che propongono interessanti itinerari culturali e artistici, enogastronomici e di artigianato.

Cultura e tradizioni
Il Matese rappresenta anche un patrimonio di storia, tradizioni e leggende, molte delle quali vivono tuttora come espressione del folklore locale, strettamente connesso alla quotidianità della vita contadina e pastorale.
Nei borghi, perfettamente conservati, in cui si vive in una condizione di grande tranquillità e serenità, ma nel contempo, si avvertono le asprezze, le difficoltà e le solitudini della vita montana, è possibile camminare a piedi attraverso stradine in pietra che trasudano storia: la storia della transumanza della pastorizia, la storia dei briganti successiva alla unità d’Italia, la storia fatta dai cicli della natura.

Contatti

Piazza della Vittoria, 31 - San Potito Sannitico(CE)

0823 786015

http://www.parcoregionaledelmatese.it/site/

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione per fornirti una esperienza di navigazione personalizzata