Riserva Naturale Regionale Dighe di Alanno

La Riserva Naturale Regionale Dighe di Alanno è situata nell’area tra i comuni di Torre del Passero, Bolognano e Scafa. Si estende per circa 320 ettari.
Per la presenza di tre diversi biotopi, riveste un particolare interesse naturalistico. Questi biotopi sono il fiume, che forma un invaso, il canneto a predominanza di canna di palude (Phragmites australis) e i rilievi collinari circostanti.
L’invaso è stato creato dalla diga di Alanno, uno sbarramento Enel del 1931, in corrispondenza del terzo salto del fiume Pescara e affiancato da un’opera di scarico delle piene, che alimenta la centrale idroelettrica di Alanno. Nel corso degli anni il bacino si è pian piano interrato fino a creare un’estesa palude che offre riparo a molte specie di uccelli acquatici.  Purtroppo nel 2011 un incendio ha distrutto quasi tutto il canneto, il più vasto dell’Abbruzzo, e importante rifugio di tanti uccelli acquatici.
Vi crescono la canna comune (Arundo donax) e la tifa (Typha latifolia), la mestolaccia (Alisma plantago-aquatica, la salcerella (Lythrum salicaria), e l’ iris giallo (Iris pseudacorus), e la vegetazione ripariale allagata, con esemplari di salice bianco (Salix alba), pioppo (Populus spp.), ontano nero (Alnus glutinosa), frassino (Fraxinus excelsior) e anche roverella (Quercus pubescens).
L’area offre riparo a numerose specie di uccelli tra cui alzavole, germani reali, moriglioni, gallinelle d’acqua, tuffetti e folaghe, il falco di palude, il lodolaio e lo svernante pendolino. Tra le altre specie animali vi sono tassi, volpi, cinghiali, faine, donnole.

Note dolenti: il canneto è andato quasi tutto distrutto da un incendio nel 2011.

Contatti

Strada comunale, località Costa delle Plaie Località, Alanno (PE) - 66100 Alanno(PE)

085.4510236

http://www.wwf.it/oasi/abruzzo/diga_di_alanno/

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione per fornirti una esperienza di navigazione personalizzata