Warning: Creating default object from empty value in /web/htdocs/luoghi.italianbotanicalheritage.com/home/wp-content/themes/ibtviaggi/inc/setup.php on line 177

Riserva Naturale Rio Bianco

This post is also available in: English (Inglese)

La Riserva Naturale Biogenetica Integrale dello Stato Rio Bianco-Foresta di Tarvisio Alpi Carniche, è un’area protetta di 378 ettari, situata nel Comune di Malborghetto-Valbruna (UD), che occupa il tratto medio del Vallone di Rio Bianco (Foresta di Tarvisio, UD), nelle Alpi Carniche.
Si estende per 378 ettari, a 730-1900 metri di altitudine.

È un ambiente è impervio e selvaggio, caratterizzato da pendii scoscesi, ripidi ghiaioni e salti di roccia costituiti da dolomia, calcari dolomitici e calcari più o meno stratificati. Grazie alle difficoltà di accesso al territorio, la natura si è mantenuta quasi intatta e costituisce uno degli luoghi più integri delle Alpi orientali. La riserva è ricca d’acqua, con molte le sorgenti che alimentano il Rio Bianco, formando piccoli ruscelli a cascate. I pendii della riserva sono ricoperti da boschi pionieri di pino nero (Pinus nigra) e pino silvestre (Pinus sylvester) di modesta densità, e, nelle poche nicchie riparate, con terreno più ricco e profondo, di faggio (Fagus sylvatica), l’abete rosso (Picea abies) e alcune latifoglie.

Flora
La vegetazione che riveste le pendici della riserva è caratterizzata da una spiccata dinamicità e pionerismo di insediamento. Le specie del sottobosco più comuni sono (Erica carnea, Poligala camaebuxus, Carex humilis, C. alba, Gymnadenia odoratissima (Manina profumata), Rhododendron hirsutum, e arbusteti e Pinus mugo e Salix glabra, che scendono dai canaloni in fitti tappeti fino a basse quote. Numerose cenosi erbacee a copertura discontinua composte da Petasites paradoxus (Farfaraccio niveo), Aquilegia einseleana (Aquilegia di Einsele), Hieracium porrifolium (Sparviere a foglie sottili), Rumex scutatus (Romice scudato) e da specie tipiche delle nicchie rocciose come Potentilla caulescens (Cinquefoglia penzola), Cystopteris fragilis (Felcetta fragile), Carex brachystachys (Carice dei burroni), Daphne alpina.
Tra gli endemismi,  Wulfenia carinthiaca, Euphorbia triflora (Euforbia della Carnia), Viola rupestris, V. palustris , Saxifraga burserana,  Spiraea decumbens.

Fauna
Ricca e varia, comprende tra i mammiferi il camoscio, il cervo, il capriolo, la volpe, la martora, il tasso, la lepre alpina, lo scoiattolo, il topo selvatico collo giallo, il toporagno comune e quello nano; tra gli uccelli, il gallo cedrone, il fagiano di monte, l’aquila reale, il gufo reale, il grifone, il gheppio), lo sparviero, il corvo imperiale, il sordone, il codirosso spazzacamino, il picchi nero e il picchio tridattilo.

La riserva è visitabile sono con accompagnamento del personale e per scopi scientifici, previa autorizzazione da richiedere all’ Ufficio di Tarvisio.

Gestita oggi dall’UfficioTerritoriale per la Biodiversità dei Carabinieri di Tarvisio, si raggiunge dall’abitato di Malborghetto (UD).

This post is also available in: English (Inglese)

Contatti

Ufficio Territoriale per la Biodiversità Carabinieri di Tarvisio , via Romana 35 - 33010 Tarvisio (UD)(UD)

+39 0428 644017

http://www.carabinieri.it/

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione per fornirti una esperienza di navigazione personalizzata