Spiagge e scogliere di Palinuro, Primula di Palinuro

Le Spiagge di Palinuro, circondate dalle omonime scogliere rocciose, si trova intorno a Capo Palinuro, in provincia di Salerno. Queste calette di sabbia chiara, incontamintate e bagnate da un mare trasparente e cristallino, sono raggiungibili solamente via mare. Sono spesso meta di turisti che ormeggiano le barche nelle vicinanze per addentrarsi e godere questi paesaggi. Le più famose sono Spiaggia del Porto di Palinuro, Spiaggia del Buon Dormire, Spiaggia della Marinella, Spiaggia dell’Arco Naturale e  Spiaggia delle Saline.

Sulle rocce delle scogliere cresce la rara  Primula palinuri. Appartenente alla famiglia delle Primulaceae, è endemica di alcuni tratti delle coste calcaree tirreniche lucane (Campania meridionale e Basilicata) e calabresi. Considerata un paleoendemismo, cioè un fossile vivente, in quanto specie relitta risalente almeno al quaternario antico, cioè a circa due milioni e mezzo di anni fa, è l’unica primula in ambiente non montano, e probabilmente unica superstite di una famiglia di primule estese sulle montagne dell’Italia meridionale, che non riuscirono a sopravvivere alle glaciazioni di quel periodo. In via di estinzione, soprattutto a causa dell’antropizzazione e dello sviluppo turistico, è tutelata dalla convenzione di Berna, da una legge della Regione Campania del 12 gennaio 1994; nel 1985 le  Poste Italiane e dedicarono un francobollo, nella serie “Flora da salvare” ,disegnato da Giuseppe Ascar.
Primula palinuri si presenta come una folta rosetta di foglie carnose, vischiose, coriacee, con margine dentato. L’infiorescenza è formata da numerosi fiori giallo-dorato intenso, dal calice bianco e farinoso, portati da uno stelo di 15–20 centimetri di altezza.

 

Contatti

Centola(SA)

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione per fornirti una esperienza di navigazione personalizzata