Vigneti di Arnad

Con le montagne e ghiacciai perenni all’orizzonte, la Valle d’Aosta si apre ad altri tipi di paesaggio dove cresce rigogliosa la vite.
La viticoltura in Valle d’Aosta ha origini antichissime. Gli affreschi sopravvissuti nei numerosi castelli e chiese della Valle (scene della coltivazione della vite e della produzione di vino) testimoniano l’importanza che queste attività ebbero nel passato. La produzione del vino era così consistente da essere esportata nel Vallese e nella Tarentaise e si conosce una “via del vino” che raggiungeva la valle del Rodano partendo dalle colline di Chambave.
La viticoltura moderna si sviluppò a partire solo dagli anni Cinquanta portando però attualmente ad un ridimensionamento della coltivazione: dai circa 1200 ettari degli anni Cinquanta ai circa 400-600 ettari attuali, creando seri problemi per la conservazione del paesaggio e per la sopravvivenza di vitigni autoctoni.
Proseguendo verso la Bassa Valle si scopre un’altra ricchezza di Arnad, il lardo.

Contatti

Arnad(AO)

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione per fornirti una esperienza di navigazione personalizzata