Villa Bottini

This post is also available in: English (Inglese)

Villa Bottini risale al Cinquecento: costruita dalla famiglia Buonvisi, venne poi acquistata da Elisa Bonaparte, sorella di Napoleone, agli inizi dell’Ottocento. A forma di parallelepipede, sormontato da una loggia belvedere, dà origine a due spazi verdi di diversa dimensione, recintati da muri.
Al piano terra è decorata da  un ciclo di affreschi ,con scene mitologiche ed allegoriche di Ventura Salimbeni; nel piano seminterrato conserva l’impianto dell’antica cucina e dei locali di servizio.
,Nella parte più ampia, il giardino era inizialmente formato da quattro aiuole intersecate da due viali. A nordo, un portale dà ancora accesso al ninfeo: un’area sistemata a prato ombreggiata da lecci (Quercus ilex), che, addossata al murdo di cinta, accoglie una fontana. Nell’Ottocento le aiuole rettangolari vennero sostituite da un disegno sinuoso dei nuovi viali, che dette origine ad una trama di aiuole molto articolata e di forma arrotondata.
La parte posteriore del giardino è divisa da viali ortogonali che si intersecano in corrispondenza di una vasca ottagonale, formando quattro aiuole rettangolari a prato. Al centro ci ciascuna, arricchite da tassi (Taxus baccata), ippocastani (Aesculus hippocastanum), magnolie (Magnolia spp.), lecci (Quercus ilex), platani (Platanus spp.) e cedri del Libano (Cedrus libani), vi sono piccole vasche circolari a filo del terreano.  Un ampio viale divide il giardino davanti all’ingresso in due spazi verdi decorati da altrettante ontane, circondati da magnolie (Magnolia grandiflora) e conifere.
Oggi la villa è utilizzata come luogo di rappresentanza dal Comune e sede dell’Ufficio Cultura, che vi organizza  mostre e convegni.

This post is also available in: English (Inglese)

Contatti

Via Elisa 9 - 55100 Lucca()

0583 44214

Altre info

Gratuito.

9.00 - 18.00

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione per fornirti una esperienza di navigazione personalizzata