Villa Cetinale

This post is also available in: English (Inglese)

Villa Cetinale si trova ad Ancaiano, nel Comune di Sovicille  Siena), in Valdelsa, immersa fra olvite, vigneti e campi di frumento.

Fu progettata dell’architetto Carlo Fontana, allievo del Bernini, e costruita tra il 1676 e il 1678 dal cardinale Flavio Chigi, per celebrare l’elezione dello zio Fabio a Papa Alessandro VII. I Chigi, nota famiglia di banchieri, vi si rifugiava per brevi periodi di riposo e l’hanno custodita per tre secoli, fino al 1977, quando venne vednuta all’inglese lord Antony Lambton.

 La proprietà (che oggi viene affittata e utilizzata per matrimoni), comprede la villa barocca, un grande giardino all’italiana, il parco della Tebaide e il Romitorio. Quest’ultimo edificio, così chiamato perché ospitava eremiti, è unito alla villa da un lungo viale di cipressi e una lunghissima scala. detta “Scala Santa”, costituita da quasi duecento scalini, in asse perfetto con il fabbricato principale: la scala e la costruzione  simboleggiavano la difficile ascesa degli uomini verso la salvezza.

I giardini di Villa Cetinale furono fra i 70 descritti da Edith Wharton nel suo libro Italian Gardens, pubblicato ai primi del Novecento. Una parte venne bombardata durante le due guerre mondiali e l’altra, nel corso del tempo, è stata trascurata o rovinata dai turisti, ma negli ultimi 40 anni sono stati accuratamente restaurati da Lord Lambton. In tempi recenti  Penelope Hobhouse, nota paesaggista e scrittrice inglese, ha definito Cetinale “l’epitome del garden design” e ha definito il giardino dei fiori come uno dei più belli in Italia.

I Giardini. Meglio conosciuto come “giardino degli agrumi”, si trova sul retro della villa. È formato da aiuole  dal disegno geometrico, delimitate da siepi di bosso, decorate da statue e grandi topiari di tasso. La parte più esterna del giardino è formato  da un lungo asse rettilineo, costeggiato da un murobasso, ornato da busti marmorei: l’asse  inizia con un’esedra, prosegue lungo un viale di cipressi, attraversa una porta monumentale e raggiunge a villa, in parte ricoperta da vecchi glicini.  Sul lato sinistro di quest’ultima si sviluppa invece un giardino all’inglese, con rose, iris ed erbacee perenni, creato da Lord Lambtono. Davanti alla villa i figli hanno invece a loro volta realizzato un nuovo giardino geometrico, suddiviso in stanze verdi, con coni di bosso e tasso.

Il parcodella Tebaide. A nord della villa si sviluppa un bosco di querce molto antiche, che prende il nome dalla zona desertica dell’alto Egitto, dove nel Medio Evo  vivevano molti eremiti cristiani: si articola in un un tortuoso cammino di penitenza, con sentieri, viali, cappelle votive, croci in pietra, statue raffiguranti santi, eremiti ma anche le contrade di Siena: infatti negli ultimi anni della sua vita, fra il 1679 e il 1692) il Cardinale Flavio Chigi, senese e appassionato delle del Palio, organizzava una corsa di cavalli nel Parco della Tebaide e a volte lungo la strada lo separa idalla Villa.

 

This post is also available in: English (Inglese)

Contatti

Strada di Cetinale 9 - Sovicille (SI)()

+39 0577 311147

http://www.villacetinale.com

Altre info

A pagamento

solo su prenotazione, dal lunedì al venerdì

dalle 9.30 alle 12.30

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione per fornirti una esperienza di navigazione personalizzata