Warning: Creating default object from empty value in /web/htdocs/luoghi.italianbotanicalheritage.com/home/wp-content/themes/ibtviaggi/inc/setup.php on line 177

Villa Pallavicino delle Peschiere

This post is also available in: English (Inglese)

Costruita a metà del ‘500 da Galeazzo Alessi per Tobia Pallavicino, su modello della Villa Giustiniani Cambiaso ad Albaro, la Villa è tra le meglio conservate della città. Gli interni sono decorati al meglio della produzione genovese del ‘500 da Giovan Battista Castello, Andrea Semino e Luca Cambiaso. Le logge della facciata offrono una splendida apertura verso la città e la decorazione degli esterni ben si accorda con il contesto paesistico.

La posizione sopraelevata fa si che “il Palazzo della Villa” fosse punto di riferimento visivo nel paesaggio genovese. La struttura del giardino, che ha subito negli anni trasformazioni, è disposta su due diversi livelli che permettono di godere da ampi belvedere della vista dell’intera città. La concezione del progetto è attribuita a Galeazzo Alessi e si presenta ora in parte differente dall’originale.

Il giardino digradante a terrazze, disegnato dal Bergamasco, comprende il ninfeo con la grotta decorata a mosaico.

Questo mostra inoltre quattro ampie peschiere collocate ai lati del palazzo e nello spazio retrostante, una vasca con al centro la statua del Tritone posta frontalmente e una grotta artificiale collocata su un piano sottostante a quello dell’edificio.

La grotta artificiale si distingue senza dubbio come la struttura architettonica di maggior rilievo del giardino. Preceduta da un portico a serliana in ordine dorico, attribuita a Giovanni Battista Castello, contiene al suo interno due ninfei aperti sui lati, rivestiti di frammenti di stalattiti e rocce. La superficie della grotta e delle volte dell’atrio, ad esclusione delle nicchie, è ricoperta da un mosaico di tessere ovali maiolicate, quarzo, ciottoli e pietre colorate, coralli e conchiglie e parti di stucco che formano svariate raffigurazioni di rara bellezza.

La composizione vegetale del giardino del ‘500 ha subito modificazioni nel tempo e la quasi totalità degli alberi e degli arbusti che ci sono oggi risalgono a un periodo tra ‘800 e ‘900. L’edificio è attualmente sede di una compagnia di assicurazioni.

 

fonte testo, http://www.culturainliguria.it/cultura/it/Temi/Luoghivisita/parchiGiardini.do;jsessionid=963E36D6A92C9A1ADBD797C7454FD274.node3?contentId=28720&localita=2080&area=209

fonte foto, http://www.arte.it/guida-arte/genova/da-vedere/monumento/villa-pallavicino-delle-peschiere-1024

This post is also available in: English (Inglese)

Contatti

Via S. Bartolomeo degli Armeni 5 - 16121 Genova(GE)

010 83 331

Altre info

Aperta solo per eventi speciali.

Aperta solo per eventi speciali.

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione per fornirti una esperienza di navigazione personalizzata