Villa Signorini

This post is also available in: English (Inglese)

Villa Signorini, nel comune di Ercolano, è forse l’unica villa vesuviana ad essersi conservata praticamente intatta nel suo splendore originario. Edificata nella seconda metà del XVIII sec., nel 1911 villa e terreno circostante furono acquistati da Paolo Signorini, l’industriale agro-alimentare da cui deriva l’attuale nome della dimora. Abitata fino al 1980, Villa Signorini fu acquistata dalla società che attualmente la gestisce. La costruzione ha una tipologia a corte e un impianto planimetrico grossomodo quadrato, con due logge laterali, originariamente scoperte, che hanno balaustre traforate che ritroviamo uguali sulla terrazza posteriore del piano nobile, caratteristiche delle opere del Vaccaro, con elementi di gusto floreale in sintonia col rococò delle strutture in ferro battuto e vetro della loggia sul giardino e con le decorazioni a stucco e su carta del piano nobile e ad alcuni infissi interni in legno.

IL GIARDINO

Esempio di giardino all’italiana, attualmente confinante con il Parco Inferiore della Reggia di Portici, ha conservato intatte le antiche pertinenze agricole, separate dal resto del giardino da un viale, costeggiato da palme. Un treillage di fine ‘800 rivestito da un glicine si apre su di una radura dove si trova una colonna greca. Un roseto supportato da strutture in ferro lavorato di inizio ‘900 delimita il giardino centrale da quello laterale che è contornato da gelsomini e siepi di alloro. Accanto all’ingresso si trova una bellissima camelia (Camellia japonica) di circa ottantanni.

This post is also available in: English (Inglese)

Contatti

Via Roma, 43 - Ercolano()

081 7776423

http://www.villasignorinirelais.it/

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione per fornirti una esperienza di navigazione personalizzata