Warning: Creating default object from empty value in /web/htdocs/luoghi.italianbotanicalheritage.com/home/wp-content/themes/ibtviaggi/inc/setup.php on line 177

Centro Cicogne e Anatidi di Racconigi

This post is also available in: English (Inglese)

Il Centro Cicogne e Anatidi di Racconigi è nato nel dicembre del 1985 per la reintroduzione della cicogna bianca, specie estinta dall’Italia come nidificante fin dal 1700, grazie alla collaborazione tra la Lega Italiana Protezione Uccelli e l’ornitologo Bruno Vaschetti. Dal 1989 si occupa anche della protezione di specie di anatre, oche e cigni rare o in pericolo di estinzione, tra cui il gobbo rugginoso, un’anatra tuffatrice estinta in Italia dagli anni Settanta del Novecento.

Dal 1995 il Centro promuove una serie di interventi per il ripristino di aree umide, finalizzate alla sosta degli uccelli migratori e, in particolare, dei limicoli, i piccoli trampolieri che frequentano le paludi.
Alla prima area di soli 2 ettari, si stanno ora affiancando altri 15 ettari, in cui offrire agli uccelli una zona sicura e tranquilla dove sostare durante i movimenti migratori. Qui, attraverso capanni di osservazione e percorsi schermati,  possibile dedicarsi al birdwatching, l’osservazione degli uccelli nei loro habitat.
Ogni stagione offre momenti particolari:
-marzo/aprile: è la stagione di migrazione primaverile, in cui si possono osservare gli uccelli che, di ritorno dall’Africa dopo l’inverno, sostano nella zone umide dell’oasi, per poi ripartire verso il Nord dove nidificheranno. In questo periodo ritornano anche le cicogne che iniziano a costruire i nidi.
-aprile/maggio: è il periodo riproduttivo. Gli uccelli si dedicano alla costruzione dei nidi e, quindi, alla cova delle uova; già dalla fine di aprile, inizia la schiusa e a inizio maggio  possibile osservare i primi piccoli;
-maggio/luglio:  la stagione dell’allevamento dei giovani, in cui è possibile seguire le cure parentali che i genitori rivolgono ai loro piccoli.
-agosto/settembre: è il periodo della migrazione autunnale. Gli uccelli si spostano a sud dove trascorreranno i mesi freddi.
-ottobre/febbraio: è il periodo dello svernamento. La palude ospita centinaia di anatre selvatiche, che trascorrono qui una parte del periodo invernale. Tra le specie più frequenti si citano il germano reale, l’alzavola, il fischione, il codone e il mestolone. Questo è anche il periodo in cui le anatre mostrano il piumaggio più colorato, l’abito nuziale per il corteggiamento delle femmine in attesa degli accoppiamenti primaverili.

This post is also available in: English (Inglese)

Contatti

Via Stramiano, 30 - Racconigi(CN)

0172 83457

http://www.cicogneracconigi.it/

Altre info

Intero 6,00 euro; ridotto (ragazzi 5-14, soci LIPU, residenti muniti di carta d'identità) 4,00 euro; gruppi e scuole (ingresso+guida) 6,00 euro; gratuito per abbonati al Centro Cicogne e Anatidi.

Tutto l'anno

Dalle 10.00 al tramonto

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione per fornirti una esperienza di navigazione personalizzata