Lago di Bolsena e Infiorata di Bolsena

Il lago di Bolsena – Lacus Volsiniensis o Lacus Volsinii -, situato in  provincia di Viterbo, è considerato il lago di origine vulcanica più grande d’Europa; la sua formazione risale a oltre 300.000 anni fa.
Caratterizzato da coste basse e sabbiose, a tratti paludosi, presenta un ambiente naturale quasi completamente incontaminato ed è uno dei pochi grandi laghi italiani ad essere completamente balneabile. Nelle acque, pulitissime vivono molte specie faunistiche autoctone, tra cui il luccio, la tinca, il piccolo latterino, la scardola, il cefalo, la lasca, il gambero di fiume, il granchio d’acqua dolce e le anguille. Altre specie invece sono state introdotte dall’uomo: il persico sole, il pesce gatto, il coregone, il persico reale, il persico trota, la carpa e l’agone.
Anche la flora è ricca: lungo le rive si alternano canneti e prati in cui cresce l’erba morella (Solanum nigrum) e il vilucchio bianco (Calystegia sepium), la rarissima mestolaccia minore (Baldellia ranunculoides), il ranuncolo (Ranunculus spp.) e il poligono anfibio (Persicaria amphibia), la zannichella (Zannichellia palustris) e la brasca delle lagune (Potamogeton pectinatus). In acque più profonde si sviluppa l’erba tinca (Potamogeton lucens) e la ranocchia maggiore (Najas marina).
Gli insediamenti umani caratterizzano il lago ma sono più concentrati lungo la costa orientale e meridionale dove sorgono i centri di Bolsena, Marta e Capodimonte.

A Bolsena, per il Corpus Domini, si svolge si svolge ogni anno la tradizionale e suggestiva Infiorata attraverso le vie del paese. La festa ricorda il miracolo avvenuto nel 1263 a un sacerdote boemo, cui la tradizione dà il nome di Pietro da Praga. Assalito da dubbi sulla reale presenza di Cristo nel pane e nel vino consacrato, intraprese un lungo pellegrinaggio di penitenza e meditazione verso Roma, per pregare sulla tomba di San Pietro. Sulla via del ritorno, lungo la via Cassia, si fermò a dormire a Bolsena nei pressi del chiesa di Santa Cristina, dove chiese di celebrare la S. Messa. Durante la celebrazione, alla frazione dell’Ostia, quest’ultima dvenne carne stillante sangue.

 

Contatti

Bolsena(VT)

0761 799923 Ufficio Turistico Comune di Bolsena

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione per fornirti una esperienza di navigazione personalizzata