Warning: Creating default object from empty value in /web/htdocs/luoghi.italianbotanicalheritage.com/home/wp-content/themes/ibtviaggi/inc/setup.php on line 177

Museo dell’Olio e Parco del Carnè

This post is also available in: English (Inglese)

Grazue alla predominate esposizione a sud dei pendii collinari disposti ad anfiteatro, la zona intorno a Brisighella è estremamanete favorevole alla coltvazione delll’ulivo. Vi si coltivano circa 90.000 ulivi,  l’80% dei quali appartennte alla varietà ‘Nostrana di Brisighella’, dalla quale di si produce il prestigioso olio extravergine, il primo in Italia ad ottenere, nel 1996, la Denominazione di origine protetta (Dop).

Alcuni anni fa, è stato duqnue realizzato il  Museo dell’Olio, in realtà formato da un percorso all’aperto che si snoda lungo le strade intorno al Frantoio sociale della Cooperativa agricola brisighellese (Cab), raccontando l’intero ciclo produttivo, dalla coltvazione degli ulivi fino alla vendita del prodotto finito. Durante l’itinerario ci si imbatte nei “casotti”, piccoli fabbricati utilizzati dai coltivatori, e negli uliveti; in novembre, stagione della raccolta delle olive, è facile assistere alla brucatura, la tradizionale raccolta a mano.
Tre sono i tipi di coltivazione in quest’area:
– a vaso (con tronco ed alcune branche che partono dallo stesso punto e si sviluppano verso l’alto),
– a monocono (con tronco unico fino alla cima)
– a cespuglio (la pianta si sviluppa spontaneamente).
Tra le altre  varietà coltivate, si ricordala ‘Ghiacciola’, utilizzata come impollinante, che produce grandi frutti dalla particolare forma a limoncino, l’’Orfana’ e la ‘Colombina’ ,dalle quali si ottiene un olio fruttato, fresco, delicato, ottimo per l’alimentazione dei bambini.

Durante la passeggiata alla scoperta dell’olio, si può ammirare la Vena del Gesso romagnola con la sua vetta più alta, il monte Mauro, il Parco del Carnè, un’oasi verde di 44 ettari, formata da ampie zone boschive di roverella (Quercus pubescens), carpino nero (Ostrya carpinifolia), orniello (Fraxinus ornus), aceri (Acer spp.) e sorbo (Sorbus domestica).
Il parco è anche ricco di ambienti sotterranei -grotte, abissi, doline ed inghiottitoi-, riservati però a esperti speleologi.

A Brisighella le domeniche di novembre si svolgono gustose iniziative, come quali “Le delizie del Porcello”, la “Sagra della pera Volpina e del formaggio stagionato”, “Sua maestà il tartufo” e soprattutto la “Sagra dell’ulivo”.

This post is also available in: English (Inglese)

Contatti

Brisighella(RA)

0546 81166 Pro Loco Brisighella

Altre info

Gratuito

Tutto l’anno.

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione per fornirti una esperienza di navigazione personalizzata