Oasi WWF di Bosco Rocconi

La Riserva naturale di Bosco Rocconi si trova nella parte meridionale della Toscana, tra i comuni di Roccalbegna e Semproniano, lungo il corso del fiume Albegna. Parte della Riserva è proprietà del WWF che vi ha istituito l’omonima oasi. Il paesaggio è quello aspro delle rupi calcaree, delle profonde gole e delle grotte che si aprono tra le pareti rocciose alte dai 270 ai 500 metri sul livello del mare.

FLORA
Sui suoli pietrosi crescono leccete con alberi anche plurisecolari e boschi dominati da orniello (Fraxinus ornus), acero minore (Acer monspessulanum), corniolo (Cornus mas) e sorbo montano (Sorbus aria). Il suolo calcareo, sia nelle radure che nel bosco, permette lo sviluppo di circa 30 specie di orchidee, tra queste Orchis laxiflora, Hymantoglossum adriaticum, Ophrys bertolonii, Anacamptis laxiflora e Limodorum abortivum.
Nelle zone più umide a ridosso dei fiumi, cresce il carpino bianco e carpino nero (Carpinus betulus e Ostrya carpinifolia), olmo (Ulmus minor) e il nocciolo (Corylus avellana).

FAUNA
Molto ricca la fauna, a cominciare dai rapaci, rappresentati da ben 8 specie nidificanti, tra i quali il raro falco lanario, simbolo dell’oasi, e il biancone, l’aquila dei serpenti. Di interesse ornitologico anche il merlo acquaiolo, il passero solitario e il picchio muraiolo, che frequenta le pareti più verticali. Tra i mammiferi sono presenti anche la martora, la puzzola e il gatto selvatico.Nelle acque pulite e fredde dellÕAlbegna vivono il barbo, il vairone, la lasca ed il cavedano, ed  abbondante il granchio di fiume.

L’area è un’Oasi aspra e selvaggia e allo stesso tempo dolce e ospitale dove è possibile scoprire spettacolari canyon ed esplorare un bosco mediterraneo con alcuni alberi secolari di imponenti dimensioni. E’ il regno del raro Falco lanario. Bosco Rocconi è un esempio di impegno nella conservazione di WWF e i suoi soci e donatori. Il primo acquisto di 13 ha risale all’aprile del 1995, con fondi dell’Operazione “Beniamino”, una campagna per la tutela dei boschi naturali; successivamente, una sottoscrizione di soci storici del WWF consentì di ampliare l’area di altri 4 ha di bosco in località “Le Querciolaie”, infine, all’inizio del 2009, grazie ad una generosa donazione, è stato possibile acquisire una ulteriore porzione di terreno (5 ha) in una delle zone più selvagge, sovrastante le “Strette dell’Albegna”, arrivando così agli attuali 139 ha.

Contatti

Strada Statale 323 - Roccalbegna(GR)

347 5823441

http://www.wwf.it/oasi/toscana/bosco_rocconi/

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione per fornirti una esperienza di navigazione personalizzata