Orto botanico conservativo Carlo Spegazzini

L’orto botanico conservativo dedicato a Carlo Spegazzini, insigne botanico trevigiano del XX secolo, si sviluppa su un’area comunale di circa 15000 mq, dove sono state messe a dimora oltre 550 piante appartenenti a specie autoctone. L’orto si distingue sia per il suo carattere conservativo, ovvero con la conservazione delle specie autoctone come obiettivo, sia per il suo carattere sperimentale, volto ad analizzare le piante in tutte le fasi del loro sviluppo e ad osservare l’influenza dei diversi fattori ambientali sulla crescita della pianta.
Le aree più importanti sono la Siepe Planiziale, che riproduce l’ambiente tipico dei boschi della Pianura Padana prima dell’intervento dell’uomo; l’area delle viti e dei gelsi, dove i filari di viti (Vitis vinifera) si intercalano a filari di gelsi secondo criteri tradizionali, una tipologia di coltivazione molto diffusa in Veneto fino a pochi decenni fa, quando i gelsi venivano utilizzati come pali di sostegno mentre le loro foglie costituivano l’alimento per l’allevamento dei bachi da seta; la zona umida composta da due laghetti di diversa dimensione e profondità che hanno permesso lo sviluppo di una flora e di una fauna tipicamente acquatiche. Adiacente all’orto botanico conservativo, si sviluppa il giardino fenologico, intitolato a Alessandro Marcello, ricercatore botanico veneto, concepito per ospitare 32 piante appartenenti a 8 diverse specie, osservate nelle diverse fasi del ciclo vitale, tra cui: Salix acutifolia ‘Willd’, Cornus mas, Sambucus nigra, Salix viminalis, Ligustrum vulgare, Cornus sanguinea e Robinia pseudoacacia.

Contatti

Via Pierre de Coubertin, 15 - Treviso(TV)

042 223782

http://www.accademiatrevigiana.org

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione per fornirti una esperienza di navigazione personalizzata