Warning: Creating default object from empty value in /web/htdocs/luoghi.italianbotanicalheritage.com/home/wp-content/themes/ibtviaggi/inc/setup.php on line 177

Orto Botanico dell’Università di Genova

This post is also available in: English (Inglese)

L’Orto Botanico dell’Università di Genova venne istituito nel 1803 con l’acquisizione di una piccola porzione (2000 metri quadri) dell’antica tenuta del Collegio di S. Gerolamo in Balbi, posseduto sino alla fine del ‘700 dalla congregazione dei Gesuiti; pur essendo limitato nel numero delle specie coltivate (1011), esso si distingueva per la peculiarità didattica e per la collezione di piante officinali.

L’Ateneo genovese da circa un secolo si stava prodigando nella ricerca scientifica in campo medico, ma non aveva mai posseduto un laboratorio “in vivo” delle piante officinali più usate in quell’epoca. Gli illustri medici settecenteschi genovesi avevano ricevuto un’educazione botanica approfondita ma non poterono mai godere dello studio sul campo

L’Orto Botanico, come è stato accennato sopra, è inserito nell’antico centro storico della città e possiede la modesta superficie di circa un ettaro. Circa 1000 metri quadrati sono coperti dalle serre costruite su tre diversi piani. Esse sono 6 e riproducono varie situazioni ambientali: la prima ospita felci appartenenti a vari generi con molti esemplari arborei tra cui (Cibotium regale Linden; J.Sm.) e specie rare (Angiopteris evecta Hoffm.). La seconda serra ospita piante tropicali di alto fusto in piena terra, tra cui sono da ricordare bellissimi esemplari dei generi Ficus (25 specie differenti) e Sterculia ed un incantevole esemplare di Ravenala madagascariensis Sonn.. Un’altra serra ospita diverse specie acquatiche sia di interesse ornamentale come la ninfea del Capo ed il giacinto d’acqua (Nymphaea capensis Thunb., Eichhornia crassipes (Mart.) Solms) sia di interesse applicativo come il papiro (Cyperus papyrus L.). La quarta serra ha una ricca collezione di piante succulente tra cui molte specie del genere Euphorbia (30 specie); una raccoglie piante erbacee tropicali quali Bromeliaceae e Orchideaceae; un’ultima, infine, ospita una collezione di bellissimi esemplari di Cycadeae. All’esterno sono da ricordare il settore delle piante australiane che ospita un esemplare di wollemi pine (Wollemia nobilis W.G.Jones, K.D.Hill & J.M.Allen), due arboreti e il vialetto delle piante officinali, recentemente ristrutturato dall’Associazione “Amici dell’Orto botanico di Genova”.

Da alcuni anni, a supporto e completamento della catalogazione manuale già esistente, si sta attuando un’elaborazione computerizzata del censimento degli esemplari presenti nell’Orto Botanico, che attualmente si aggirano intorno alle 4000 unità, a rappresentare circa 2000 taxa.

L’Orto Botanico di Genova presenta diverse collezioni sia a livello tematico sia collezioni sistematiche. Pregevoli collezioni sistematiche riguardano i generi Agave, Aloe, Erysimum, Euphorbia, Ferocactus, Ficus, Haworthia, Mammillaria, Sterculia.

A livello tematico è presente un’ampia collezione di felci composta da molteplici e maestosi esemplari arborei, da felci epifite, e da esemplari di piccole dimensioni, ma di sicuro interesse. Sono altresì apprezzabili le collezioni di piante grasse, recentemente ampliata, e di piante carnivore.

Le collezioni dell’Orto botanico sono generalmente costituite da pochi esemplari – talvolta da una singola pianta – per ciascuna specie rappresentata. Data la scarsa variabilità genetica intraspecifica consentita da questa impostazione, esse sono orientate non alla conservazione di specie minacciate, ma piuttosto a dimostrare la biodiversità, alla produzione di materiale didattico per i corsi universitari e talvolta come fonte di materiale per la propagazione di specie ad alto rischio o estinte nel loro habitat naturale.

E’ possibile visitare l’Orto, anche con una guida:

  • Visite libere per singoli: l’orto botanico è visitabile dalla cittadinanza, serre escluse, nei giorni feriali dalle 9.00 alle 16.30 (venerdì fino alle 12.30).
  • Visite guidate per gruppi: di norma sono a cura della Associazione Amici dell’Orto.  Per richiederle contattare l’Associazione via e mail all’indirizzo angiopteris@katamail.com oppure al numero 333 6127 539 anche con sms.  Le visite organizzate e guidate dagli Amici dell’Orto Botanico sono gratuite.
  • Visite scolastiche: organizzate dall’Associazione Didattica Museale.  Per effettuare una visita bisogna contattare preliminarmente l’Associazione al numero 334-8053212.  Recentemente sono stati attivati innovativi percorsi didattici. Per visualizzare le proposte didattiche clicca sul link sottostante

 SCARICA LE PROPOSTE DIDATTICHE PER GRUPPI E SCUOLE

L’accesso all’Orto Botanico può avvenire da Via Balbi 5, risalendo il palazzo dell’Università, fino a giungere nella parte bassa dell’Orto Botanico, o da Corso Dogali 1M

Le visite guidate sono prenotabili contattando l’Associazione Didattica Museale al 334-8053212, oppure per mail: genova@assodidatticamuseale.it

fonte testo e foto: http://www.ortobotanicoitalia.it/liguria/genova/

This post is also available in: English (Inglese)

Contatti

Corso Dogali, 1M - 16136 Genova(GE)

+39 3346060149, +39 0102099392, +39 0102099376,

http://www.ortobotanicoitalia.it/liguria/genova/

Altre info

Lun-Mer-Ven 8.30 - 13.30 e Mar-Gio 8.30 - 17.00. Sabato e domenica chiuso. Per essere aggiornati sulle aperture straordinarie, consultare il sito http://www.ambog.org/ .

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione per fornirti una esperienza di navigazione personalizzata