Warning: Creating default object from empty value in /web/htdocs/luoghi.italianbotanicalheritage.com/home/wp-content/themes/ibtviaggi/inc/setup.php on line 177

Ficus macrophylla

This post is also available in: English (Inglese)

Sulla piazza di Bordighera alta, a lato del parcheggio si trovano alcuni magnifici esemplari di Ficus macrophylla.

È una pianta originaria delle foreste pluviali australiane, dove cresce spesso in forma di rampicante parassita. Infatti, quando germina sul ramo di un albero, propaga le sue radici attorno al tronco dell’ospite, soffocandolo fino anche ad ucciderlo e prendendone il posto, da cui il nome comune di albero stritolatore.

Il caratteristico aspetto del F. macrophylla è dovuto allo sviluppo di grosse radici aeree colonnari che, raggiungendo il terreno, si tramutano in tronchi supplementari; dei veri e propri pilastri che permettono il sostegno del grande peso acquisito dalla sommità dell’albero e al tempo stesso svolgono funzione assorbente. Essendo, come molte altre specie australiane, molto “affamata“ d’acqua, non dovrebbe essere piantata in ambienti urbani, perché le sue radici possono distruggere le tubazioni idriche, né in luoghi con scarsità di risorse idriche.

Come raggiungerlo:

L’albero monumentale è situato nel piccolo giardinetto a pochi passi dal palazzo comunale (Palazzo Garnier) di Bordighera.

A pochi passi del palazzo municipale di Bordighera cresce un incredibile ficus, l’esemplare è davvero di dimensioni notevoli, con una circonferenza di oltre 10 m e un’altezza di 18 m.

L’ampia ramificazione si estende sul piano orizzontale e forma una spettacolare chioma sempreverde.

La scelta di una specie tropicale come albero ornamentale in Liguria è dovuta al fatto che la regione presenta un clima più mite delle altre regioni nordiche grazie alla vicinanza del mare.

 

Il ficus di Bordighera non vige di ottima salute da diversi anni per questo motivo a novembre 2017 sono state fatte delle valutazioni fitosanitarie e di stabilità dell’albero. Nel mese di marzo 2018 sono stati effettuati i primi interventi di salvaguardia, quali la rimozione dei rami secchi, mentre nei prossimi mesi è prevista una potatura per riequilibrare la chioma e la rimozione di parte del manto stradale per dare respiro alla pianta.

 

Scheda botanica ficus:

Originario dell’Australia è stato introdotto in Sicilia nell’800 come pianta ornamentale all’interno di parchi o orti botanici.

Il Ficus macrophylla è un albero sempreverde con un’ampia chioma formata da foglie dall’aspetto molto coriaceo. Il tronco si presenta corto e massiccio e nei luoghi di origine la specie può raggiungere i 50 m di altezza.

Un affascinante caratteristica della specie è quella di produrre a partire dai rami delle radici aeree colonnari, che una volta raggiunto il suolo diventano dei veri e propri fusti secondari. L’apparato radicale è molto esteso e invadente, per questo motivo la pianta avrebbe bisogno di molto spazio libero intorno a sé per poter crescere.

Ha foglie simili a quelle della magnolia, larghe, ovali-ellittiche, coriacee e di colore verde scuro, lucide nella faccia superiore, argentee in quella inferiore, lunghe da 10 a 25 cm. Il frutto è un siconio commestibile, simile a quello del ficus comune  (Ficus carica), di forma ovoidale e lungo circa 2 cm, di colore verde che con la maturazione diventa violaceo con chiazze giallo-verdi. Viene prodotto solo da alberi maturi cresciuti all’aperto; in genere si sviluppa a coppie.

This post is also available in: English (Inglese)

Contatti

Piazza del Capo - Bordighera(IM)

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione per fornirti una esperienza di navigazione personalizzata