Parco Nazionale dello Stelvio

This post is also available in: English (Inglese)

Il Parco Nazionale dello Stelvio è stato istituito nel 1935. Inizialmente contava 8.000 ettari ma oggi, dopo diversi ampliamenti, misura 134.619 ettari e costituisce l’area protetta più vasta d’Europa. Si trova a cavallo tra Lombardia, Alto Adige e Trentino, al confine con la Svizzera e poco distante dall’Austria. Al centro del parco si trova la piramide ghiacciata dell’Ortles che è alta 3905 metri e domina Trafoi e le valli di Solda. Incisioni rupestri, come quelle di Capo di Ponte e di Grosio, testimoniano la presenza di popolazioni primordiali in quest’area. L’incontro della cultura tedesca e quella italiana si avverte all’interno dello Stelvio dai materiali impiegati nelle costruzioni come il legno o la pietra delle Valtellina e Valcamonica, ai colorati costumi delle donne e degli Schutzen, guerrieri che in passato avevano il compito di proteggere il territorio tirolese.
Il parco è diviso in tre versanti: lombardo, altoatesino e trentino. Sul versante lombardo si trova il Giardino Botanico Alpino Rezia di Bormio, il Centro visite Sant’Antonio Valfurva a Valfurva, i due punti informazioni “Torre Alberti” a Bormio e “Temù” a Temù e un noleggio biciclette a Valdientro.
Sul versante trentino è possibile visitare l’area faunistica “Runcal” di Peio e sono presenti un punto informativo a Cogolo e un centro visite a Rabbi. Sono quattro, invece, i centri visita presenti nel settore altoatesino, a Prato allo Stelvio, a Martello, a Stelvio e ad Ultimo. Un punto informativo si trova a Silandro. In totale, comprende 116 ghiacciai e un centinaio di laghi e laghetti minori.

Flora e fauna. All’interno del parco sono presenti animali tipici delle Alpi come il gallo cedrone, lo stambecco, il cervo gipeto, l’aquila reale, l’ermellino e molti altri ancora tra mammiferi, uccelli, anfibi, rettili, pesci e insetti.
Durante le passeggiate s’incontrano alberi come il Larix decidua, Picea excelsa, Betula verrucosa, Alnus incana, Pinus sylvestris e altre speciealpine. Tra le erbacee e i piccoli arbusti, l’Arnica montana, Rhododendron ferrugineum, il giglio martagone (Lilium martagon) e molte altre Sul sito ufficiale si trova l’elenco completo della flora e della fauna del parco.

Da non perdere. Le feste popolari che si svolgono lungo il versante lombardo del Parco sono il Carnevale, le celebrazioni della Pasqua di Bormio, la processione del Corpus Domini a Grosio e la festa dell’Uva di Merano. Da gustare inoltre i piatti tipici, quali i pizzòcheri e i tajadìn oltre ai funghi, la cacciagione, le trote e i formaggi della Contea di Bormio.

 

This post is also available in: English (Inglese)

Contatti

Via Roma 24 - Bormio()

0342 901654

http://www.stelviopark.it/

Altre info

Gratuito nel settore lombardo. A pagamento di fascia bassa nei settori altoatesino e trentino che varia in base all’attività

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione per fornirti una esperienza di navigazione personalizzata